Come analizzare schermata blu Windows

Nelle varie versioni dei sistemi operativi Microsoft, ogni volta che si verifica un errore bloccante, compare una schermata blu (in inglese viene indicata con il nome blue screen of death, abbreviato nella sigla BSOD) con conseguente riavvio del PC. Di solito la schermata blu rimane visibile per pochi istanti, e non è sempre possibile riuscire a leggere l’eventuale sigla dell’errore; questo non aiuta nella individuazione della causa e della relativa soluzione del problema che ha generato il blocco. Nella seguente guida verrà spiegato come analizzare schermata blu Windows, mediante il programma gratuito Blue Screen View.

Prerequisiti

  • la guida si applica a Windows 7, Windows 8, Windows 8.1, Windows 10
  • scaricare ed installare sul proprio PC il programma Blue Screen View

Guida

  • cliccare Start Windows 10 - Pulsante Start, digitare all’interno del campo di ricerca adiacente Sistema
    Windows 10 - Sistema
    e cliccare Sistema
    Windows 10 - Sistema
  • premendo, all’interno della maschera Sistema, la voce Impostazioni di sistema avanzate, si aprirà la maschera Proprietà di sistema
    Windows 10 - Proprietà di sistema - Scheda Avanzate
  • aprire la scheda Avanzate e cliccare, nella sezione Avvio e ripristino, il pulsante Impostazioni…
  • all’interno della maschera Avvio e ripristino impostare il segno di spunta all’opzione Riavvia automaticamente e scegliere, dal menù a tendina, nella voce Scrivi informazioni di debug, l’opzione Dump della memoria ridotto (256 KB);
    Windows 10 - Proprietà di sistema - Avvio del sistema - Scrivi informazioni di debug - Dump della memoria ridotto
    premere il pulsante OK per confermare le impostazioni e chiudere la maschera
  • in questo modo, ogni volta che si presenterà una schermata blu nel proprio PC, verrà salvato all’interno di C:\Windows\Minidump\ un file dump, utile ad individuare il problema che ha provocato il blocco
  • in seguito ad una schermata blu con conseguente riavvio del PC,
    Windows 10 - Schermata Blu
    aprire il programma Blue Screen View; per motivi di sicurezza, potrebbe comparire una maschera con la richiesta di immettere la password amministrativa oppure solo di confermare l’avvio del programma;
    Windows 10 - Richiesta conferma avvio Blue screen view
    in questo caso basta inserire i dati richiesti e premere  per proseguire
  • Blue Screen View è diviso orizzontalmente in due sezioni:
    Windows 10 - Blue Screen View - Avviato
    • nella sezione in alto è possibile visualizzare l’elenco delle volte in cui si è verificata una schermata blu, con informazioni relative al giorno e all’ora (colonna Crash Time), al nome dell’errore (colonna Bug Check String) al codice dell’errore (colonna Bug Check Code) e al nome del driver che ha causato l’errore (colonna Caused By Driver);
    • nella sezione in basso viene mostrato l’elenco dei file presenti in memoria al momento del blocco selezionato nella sezione in alto del programma
  • per cercare in internet le cause della schermata blu, con le relative possibili soluzioni, si devono utilizzare le informazioni presenti nelle colonne Bug Check String, Bug Check Code e Caused By Driver

Buono a sapersi

  • le principali cause di una schermata blu possono essere:
    • un aggiornamento dei driver di uno o più componenti hardware (ad esempio schede video)
    • un aggiornamento del sistema operativo
    • un malfunzionamento di componenti hardware (ad esempio ram, hard disk, processore)
    • un malfunzionamento dell’impianto di raffreddamento delle componenti del PC (ad esempio processore, scheda video)
    • uno o più file di sistema corrotti (ad esempio da un virus)
  • nella maschera Avvio e ripristino è possibile anche modificare il sistema operativo predefinito di avvio

3 commenti su “Come analizzare schermata blu Windows”

  1. Grazie infinitamente per l’articolo, come al solito chiaro, semplice e preciso (lo so che il paragone sembrerà eccessivo ma, la tua predilezione per la misura, la sobrietà, la concretezza, la semplicità, la precisione del dettaglio, a scapito della ridondanza di termini abusati o comprensibili a pochi, usati più per sfoggio che per utilità, mi ricordano Calcino).
    Oltre alla velocità con cui lo hai prodotto, ho ammirato anche il tuo andare oltre la mia richiesta di aiuto, ovvero spiegare l’uso di Blue Screen View.
    Per dovere di cronaca, sembra che i miei continui crash fossero dovuti ad un surriscaldamento del processore poichè la pasta termica non faceva più il suo lavoro.
    Grazie,
    Vito,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.